Benvenuto dalla Pasticceria Tropiano

Articoli & news | Pasticceria Tropiano"Peccati di Gola & Dintorni"

GASTRONOMIA - SANT'ARSENIO

Nel Vallo di Diano al via la seconda edizione del ciclo di seminari dedicati all'aggiornamento professionale per pasticcieri sul tema: "Arte decorativa nella pasticceria natalizia". L'appuntamento, che segue quello dei mesi scorsi, vede la partecipazione di circa venti pasticcieri del Salernitano i quali per due giorni, 24 e 25 novembre, apprendono nuove tecniche sulla decorazione dei dolci natalizi. Il seminario si articola in diverse fasi che si sviluppano attraverso lezioni teoriche e stage pratici. Il seminario è curato dal maestro pasticciere, Domenico Manfredi. I pasticcieri iscritti al seminario seguono le lezioni teoriche presso l'Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione di Sant'Arsenio. Attraverso l'ausilio di filmati, appositamente realizzati, nel corso dei seminari vengono, in aula, affrontate le problematiche relative all'arte decorativa e alle sue tecniche applicative nel settore della pasticceria artigianale. Ai corsisti si propone, inoltre, tutta una serie di ricette tradizionali concernenti la pasticceria salernitana. Gli stage, invece, si tengono in laboratorio. Il maestro Giuseppe D'Elia, attraverso dimostrazioni pratiche, insegna le tecniche decorative con particolare attenzione alla manualità, agli attrezzi e agli ingredienti da utilizzare per la realizzazione delle decorazioni da applicare sulle specialità dolciarie natalizie. Fra gli scopi del seminario, sottolinea Mario Andresano, componente della giunta della Camera di Commercio di Salerno, "sono da evidenziare, in particolare, la crescita delle conoscenze professionali, in fatto di decoro artistico, oltre che del bagaglio professionale di ciascun partecipante, e lo scambio di esperienze fra pasticcieri che operano nel territorio salernitano". Ai corsi partecipano pasticcieri dell'Agro-Nocerino-Sarnese, della Costiera Amalfitana, della Piana del Sele, del Golfo di Policastro e del Vallo di Diano (anche la Pasticceria Tropiano non ha mancato l'appuntamento). L'ultima fase del seminario si terrà a Sala Consilina il prossimo 19 dicembre con l'esposizione di tutti i manufatti dolciari realizzati nel corso del seminario e la consegna degli attestati di partecipazione a tutti i pasticcieri iscritti al seminario. L'iniziativa è promossa dalla Camera di Commercio di Salerno in collaborazione con CASA Artigiani Salerno e l'Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione di Sant'Arsenio (articolo tratto da www.casertanews.it)

 

TEGGIANO: CONCLUSO IL CORSO PER PASTICCERI - NEL MUSEO DIOCESANO DI TEGGIANO ESPOSTE SCULTURE DOLCIARIE

“Sono sempre di meno i giovani che si avvicinano al mestiere di pasticciere. Abbiamo difficoltà ad insegnare l’arte della pasticceria. Perciò lancio un appello alle istituzioni che ci siano vicine per aiutarci a suscitare nelle giovani generazioni l’interesse per la pasticceria artigiana e frenare così l’industrializzazione dolciaria”. Con questo appello del presidente dell’Associazione pasticcieri salernitani, Elia Soldovieri, si è concluso a Teggiano il seminario di aggiornamento dedicato all’arte della decorazione in pasticceria. Promossa dalla Camera di Commercio di Salerno, in collaborazione con CASA Artigiani Salerno, l’iniziativa formativa ha visto la partecipazione di venti pasticcieri provenienti da diverse zone della provincia di Salerno (Agro-Nocerino-Sarnese, Costiera Amalfitana, Piana del Sele, Golfo di Policastro e Vallo di Diano), che hanno seguito, presso l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione di Sant'Arsenio, corsi teorico-pratici curati dal maestro Domenico Manfredi, apprezzato pasticciere e vincitore a livello europeo di prestigiosi premi nel settore della pasticceria. In particolare si sono tenuti seminari inerenti l'arte decorativa e le sue tecniche di applicazione in pasticceria. “Siamo molto soddisfatti, sottolinea Mario Andresano, componente della giunta della Camera di Commercio di Salerno, della massiccia adesione al corso che rientrava nell’ambito di una serie di iniziative formative promosse dalla nostra associazione”. Il seminario si è concluso con la consegna degli attestati di partecipazione e con la esposizione, all’interno della splendida cornice del Museo Diocesano di Teggiano, dei lavori artistici dei pasticcieri. E così, accanto ai capolavori d’arte del museo (reperti archeologici, dipinti e sculture del XIV secolo), hanno fatto bella mostra di sé i manufatti artistici dei pasticcieri che hanno proposto sculture in cioccolato e in zucchero lavorato in diverse tecniche, dal satinato al soffiato a 160°. La cerimonia si è conclusa con un convegno sul tema: “Arte decorativa in pasticceria”. Magistralmente condotto dai giornalisti RAI, Attilio Romita e Rosanna Cancellieri, il convegno è servito, fra l’altro, per porre l’accento sull’importanza del mestiere di pasticciere nell’ambito del più ampio panorama dell’artigianato salernitano. Fra i relatori sono intervenuti Mario Andresano di CASA Artigiani Salerno, Elia Soldovieri, presidente ASPA, il dirigente scolastico, Franco Stabile, ed il direttore generale della BCC di Roscigno, Michele Albanese. (articolo tratto da www.infoagropoli.it)

 

ARTE IN PASTICCERIA. QUANDO L'UVA INCONTRA IL DOLCE

SALERNO. Farina, uova, zucchero: sono tra i pilastri dell’antica arte pasticcera, ma da soli non bastano. Sono la maestria, l’esperienza ed il talento a trasformare questi ingredienti in qualcosa di unico come un dolce monumentale. Difatti è proprio in nome dell’artigianalità che si sono incontrati 18 pasticceri nella goliardica gara “Arte in Pasticceria” 2012, svoltasi al Family Center di Polla (SA). Un progetto voluto dalla Camera di Commercio e da Casartigiani, presieduta da Mario Andresano, realizzato grazie alla collaborazione con la Fisar Salerno. Il delegato Alberto Giannattasio ha proposto per l’occasione una degustazione di tre passiti realizzati in provincia di Salerno dalle aziende Rotolo, Maffini e De Concillis, nonché di “Nyx” uno spumante Moscato firmato dall’azienda I Vini del Cavaliere. E’ stato il tema di questa edizione a richiamare ancor di più la collaborazione con la Fisar, difatti ispirazione per la realizzazione delle torte è stata l’uva e la vendemmia in corso. A presiedere la giuria tecnica il maestro pasticcere Mario Pantaleone, figlio di una straordinaria tradizione dolciaria che rende la Pasticceria Pantaleone un vero riferimento per chiunque voglia degustare i classici dolci salernitani e campani. Dopo un’attenta analisi delle creazioni ed una degustazione da parte dei giurati, sono stati decretati i vincitori di Arte in Pasticceria 2012. Al primo posto si è classificato Carlo Cuofano della Pasticceria Svizzera di Salerno, al secondo posto Carmine Salzano della pasticceria La Delizia di Sala Consilina ed al terzo posto Cono Tropiano della Pasticceria Peccati di Gola di Silla di Sassano. “Siamo molto contenti di questo appuntamento col dolce, che ci ha permesso di porre l’accento su alcune produzioni di nicchia della nostra grande provincia. La presenza dell’uva ha, d’altronde, rappresentato il momento di festa che i nostri vigneti stanno vivendo, grazie ad una vendemmia di buona qualità”, conclude Alberto Giannattasio. GLI ALTRI PARTECIPANTI. Gerardo Iuliano della Pasticceria del Corso di Pontecagnano Faiano, Mario Pacifico della Pasticceria Pacifico di Salerno, Fausto Mottola della Pasticceria Dolci Magie di Castelcivita, Gianfranco Ginetti della Pasticceria Ginetti di Eboli, Giuseppe Auriemma della Pasticceria Rosy di Salerno, Pasquale Colangelo della Pasticceria La Perla del Mediterraneo di Capaccio, Tonino Lo Pardo della Pasticceria Family Center di Polla, Giacomo Vitale della Pasticceria Bella Napoli di Salerno, Paolo Gagliano del Ristorante Novavì di Pontecagnano Faiano, Francesco Siena della Pasticceria Siani di Nocera Superiore, Leonardo D’Antuono della Pasticceria Ribò di Angri, Augusto Notaroberto dell’Osteria del Notaro di Ceraso, Alfonso Ardovino della Pasticceria Beatrice di Salerno, Caterina Monzo e Rory Cioffi. Antonella Petitti (articolo tratto da www.rosmarinonews.it )

 

LA NAVE ROYAL PRINCESS PRESENTA LA PIU' GRANDE PASTICCERIA IN MARE

Battezzata dalla duchessa di Cambridge in persona, Kate Middleton, la Royal Princess è una nuova nave della flotta Princess Cruises che offre l’esperienza di una crociera differente rispetto alle altre navi della compagnia.
Novità più attesa della scorsa estate, la Royal Princess emula vera regalità: i croceristi saranno affascinati dal suo design nuovo ed innovativo, con tutte le opzioni di intrattenimento già presenti sulle altre navi sorelle; Crocieraonline.com propone crociere a bordo della Royal Princess.
Ma se la compagnia di crociere Princess Cruises aveva da sempre privilegiato ambienti tranquilli per il ristoro, con piccole sale da pranzo dall’atmosfera intima, la nuova venuta della firma ci sorprende: su questo mastodonte dalla capienza di 3560 passeggeri, c’è una zona dove il viaggiatore si addentra a proprio rischio e pericolo… non si tratta del vano motore, ma di una pasticceria artigianale da 1.100 metri quadrati, la più grande mai costruita a bordo di una nave e novità assoluta per questa firma. Si tratta di una costruzione stupefacente, arricchita da un bar, una vetrina dove dolci fantastici vengono fatti su ordinazione, e ambienti appositi dove i pasticceri possono dare visibilità al loro savoir-faire, come la decorazione di torte e altre abilità. La pasticceria, situata nella Horizon Court, serve chicche appena sfornate per tutta la durata del viaggio, tra deliziosi dolci e perfino caffè esotici. Per la sola colazione, presenti al banco ben 6.000 unità di paste, a cui si susseguono nell’arco della giornata ogni specie di delizie: bignè assortiti, dolci caramellati, torte, crostate, flambé. Tutto è fatto in loco, come i gelati, le torte al formaggio, i biscotti, i soufflé. Il capo pasticciere è il Signor Eric LeRousic, coadiuvato da 19 pasticceri: li vedrete ai loro posti di combattimento, nell’atto di immergere le fragole nel cioccolato o di incendiare gelati alla fiamma. Fortunatamente, come tutte le moderne navi da crociera dei nostri giorni, la Royal Princess offre ai suoi passeggeri ampi centri benessere, campi sportivi, palestre e sale fitness, per una rapida rimessa in forma prima di tornare a terra! (Holiday Viaggi)